Massaggio ayurvedico:a cosa serve

L’abyangam, più comunemente conosciuto come massaggio ayurvedico è un trattamento indiano dolce e rilassante. Esso è comunemente considerato molto efficace per la cura del corpo, per la bellezza fisica e l’armonia spirituale. 

Il massaggio ayurvedico ha origini antichissime, ma grazie alla sua efficacia  è sempre piu diffuso e richiesto. 

Parte integrante della medicina Ayurvedica il massaggio Ayurvedico si propone di ripristinare una condizione di equilibrio nell’organismo.

Il massaggio ayurvedico è consigliato per allontanare la vecchiaia, nutrire i Dhatu –  ovvero i tessuti del corpo -,  togliere la fatica. Inoltre è utile per migliorare la vista, rinforzare il corpo, favorire il sistema digerente, energetico e favorire il sonno.

Questo particolare tipo di massaggio riesce anche a migliorare la concentrazione, rinforzare la pelle e armonizzare i caratteri energetici individuali.

Un ciclo organizzato di massaggi aumenta la resistenza alle malattie e migliora lo stato generale della salute, combattendo lo stress.

Ma cos è esattamente un massaggio ayurvedico?

Il massaggio ayurvedico è olistico: questo significa che chi lo riceve viene considerato dal massaggiatore nella sua interezza fisica, mentale e spirituale.

Si tratta quindi di un tipo di massaggio molto profondo, in grado di stimolare le energie più nascoste della persona. Per  questo motivo, quindi, la durata di un massaggio ayurvedico non può che essere molto lunga e cioè di almeno un’ora.

Allo stesso modo le manualità eseguite  sono molto intense, stimolano in profondità i muscoli grazie all’uso di oli.

massaggio ayurvedico:scopri il massaggio dell'anima con Diabasi

massaggio ayurvedico:scopri il massaggio dell’anima con Diabasi

Benefici

ll Massaggio ayurvedico migliora la circolazione sanguigna e linfatica, svolge un’azione benefica sulla colonna vertebrale, tonifica i muscoli. Inoltre influenza positivamente lo stato psichico della persona,agisce sui livelli ormonali, agevola l’eliminazione delle tossine, allenta la tensione. Vediamo nel dettaglio:

  1. JARAHAR – allontana la vecchiaia.
  2. SHRAMAHAR – elimina la stanchezza e il senso di fatica.
  3. VATAHAR – elimina vata in eccesso.
  4. DARSHANAKAR – migliora la vista.
  5. PUSHTIKAR – aumenta la resistenza fisica.
  6. AYUSHKAR – da lunga vita.
  7. SWAPNAKAR – favorisce il sonno.
  8. TWAKDHRITAKAR – rinforza la pelle.
  9. KLESHA SAHATWA – potenzia la reazione alle malattie.
  10. ABHIGAT SAHATWA – accelera la guarigione delle ferite.
  11. KAPHA-VATA NIRODHAKA – protegge dagli squilibri di kapha e vata.
  12. MRIJA VARNA BALAPRADA – migliora il colore e la resistenza della pelle.

Controindicazioni

Il massaggio Ayurvedico è controindicato in presenza di infiammazioni, dolori acuti, ipertensione o cardiopatie, flebiti o disturbi circolatori gravi.

La seduta

Il massaggio ayurvedico viene effettuato su un tavolo di legno di legno di Neem chiamato “Droni“, scavato al suo interno di 30 cm per trattenere gli oli e gli altri liquidi utilizzati nel massaggio: è diviso in due parti, una per il corpo e l’altra per la testa.

Viene effettuato in sette posture, dalla posizione da seduti, usata per massaggiare collo e testa, alle posizioni distesa, sulla schiena, sui fianchi, sulla pancia ed infine si conclude nuovamente da seduti: alcuni massaggiatori esperti eseguono dei massaggi speciali utilizzando i piedi e camminando per tutto il corpo, arrivando persino sul viso.

Il massaggio si effettua attraverso delle leggere pressioni sui “marma” (punti anatomici formati dall’incrocio di muscoli, nervi, vasi sanguigni, ossa, legamenti e articolazioni) in un ambiente riscaldato, calmo e illuminato in maniera soffusa.

Si può ricorrere anche alla diffusione di incensi ed essenze profumate e di musiche rilassanti e mantra indiani per favorire la distensione della mente.

Proprietà del massaggio ayurvedico

Il massaggio ayurvedico, attraverso la stimolazione manuale, leggera o profonda a seconda dei casi, produce sul corpo un meraviglioso effetto rilassante, tonificante e rinvigorente.

Di solito il rilassamento delle zone trattate è accompagnato da una sensazione di leggerezza, di liberazione dal “peso” o  dal “dolore” che prima si avvertiva sulla parte e produce una benefica sensazione di rinnovata forza vitale.

Come ben sappiamo  la pelle è estremamente sensibile a ogni stimolazione esterna e quindi la sensazione di benessere provocata dal massaggio e dall’ambiente viene trasmessa  attraverso i neurotrasmettitori a tutto il corpo: fasce muscolari, tendini,  gangli linfatici arrivando fino alle ossa rimuovendo eventuali  blocchi.

Il massaggio ayurvedico prevede l’utilizzo di sostanze lubrificanti (olio, burro, sostanze grasse) oltre che di aromi ed essenze: l’uso di oli essenziali è da evitare nel caso in cui il soggetto da trattare è allergico al prodotto:ovviamente il massaggio non avrà alcuna efficacia se vi sono problemi di carattere permanente, come traumi o patologie congenite.

Quattro tipi di massaggio ayurvedico

Shiro-Abhyanga: è il massaggio ayurvedico della testa. Viene eseguito dapprima sul cuoio capelluto usando oli medicati per nutrire i capelli, rilassare la mente e per allentare la tensione.

Quindi si passa alla testa, al collo e alla parte superiore della schiena: questo tipo di massaggio riesce ad agire sul sistema nervoso centrale ed è molto utile in caso di stress o mal di testa.

Shirodhara: è un antico trattamento antistress che viene effettuato versando sulla fronte dell’olio caldo. Durante la seduta un operatore dirige il flusso dell’olio sulla fronte, sulla testa e sullo spazio fra le sopracciglia della persona, mentre altri due massaggiano l’intero corpo.

Questo tipo di massaggio rilassa il sistema nervoso centrale, dissolvendo lo stress e migliorando la chiarezza mentale.

Ratna Abhyangam o massaggio con i cristalli. Nei testi ayurvedici alcuni tipi di gemma sono considerati in grado di influenzare la mente e il corpo di un individuo.

Questo tipo di massaggio prevede l’utilizzo di cristalli, che vengono fatti  scivolare dolcemente effettuando dei movimenti circolari sulle zone dove sono localizzati i marma e i chakra da trattare,il massaggio con i cristalli viene considerato dagli operatori un trattamento di benessere e di ringiovanimento.

Udvartana: è un trattamento classico dell’ayurveda indicato per riequilibrare il dosha Kapha: infatti uno squilibrio del dosha Kapha provoca cattivo odore corporeo, sensazione di pesantezza, senso di stanchezza ed apatia.

Il massaggio viene effettuato strofinando il corpo con delle polveri ottenute da diverse erbe, come il triphala, lo zenzero e  curcuma. Il calore e l’energia prodotti dallo sfregamento pacificano il Kapha, migliorano la circolazionee  riattivano il metabolismo .

Questo tipo di massaggio ha un effetto esfoliante per l’energia con cui viene effettuato e per le polveri impiegate.

Gli oli impiegati

Gli oli impiegati nel Massaggio ayurvedico si distinguono sulla base dei differenti dosha da trattare. Infatti una buona conoscenza della persona che si sottopone al trattamento è fondamentale per la scelta dell’olio più giusto.

Olio Vata: il dosha Vata ritrova l’equilibrio con oli calmanti e riscaldanti. L’olio da massaggio migliora la pelle e la circolazione disintossicando il corpo.

Olio Pitta: il dosha Pitta migliora il suo equilibrio con gli oli rinfrescanti.Quindi l’olio da massaggio deve essere usato a temperatura ambiente per eliminare il calore e i disturbi della pelle.

Olio Kapha: esso richiede l’uso di oli riscaldanti.  Verranno utilizzati quindi degli oli a caldo.per eliminare l’acqua in eccesso e riscaldare il corpo.

Link utili di approfondimento:

http://www.sanatansociety.org/ayurvedic_massage.htm#.WRH-NfnyjIU

 

Gli articoli contenuti in questa sezione hanno puro scopo divulgativo/informativo e non intendono sostituire il parere del medico.  I contenuti di cui sopra pertanto non sostituiscono le pagine ufficiali dei corsi e dei prodotti, dove, invece, sono presenti informazioni aggiornate e dettagliate.

 

 

 

 

Leggi articolo precedente:
Significato dell'Ayurveda
Significato dell’Ayurveda

Significato dell'Ayurveda: una disciplina globale Qual è il significato dell'Ayurveda? Liberarsi dalle sofferenze del corpo, dalle erronee credenze che producono i sensi. Rendere...

Chiudi